ME, WE - Only through community

Realizzazione di un documentario sul Saint Martin

Circa

ABBIAMO RAGGIUNTO IL RISULTATO MINIMO CHE CI ERAVAMO PREFISSATI

CONTINUATE A DONARE FINO AL 28 MAGGIO PER SOSTENERE IL DOCUMENTARIO

GRAZIE!!!

Fondazione Fontana Onlus  sostiene il Saint Martin CSA, un’organizzazione che opera in una zona rurale intorno a Nyahururu, 200 km a nord di Nairobi-Kenya e dal 1997 offre un sostegno concreto alle categorie di persone più vulnerabili all’interno delle comunità dei territori coinvolti.

La realizzazione di un documentario sul Saint Martin in Kenya nasce dalla volontà di raccontare per immagini un percorso straordinario che sta offrendo un contribuito verso il cambiamento del territorio, delle persone, del sentire. Un passo in avanti nel concepire la disabilità e la malattia non più e non solo come debolezza ma come risorsa preziosa per l’intera comunità. Proprio nella difficoltà, la persona più fragile può diventare opportunità, capace di far emergere la parte migliore delle persone che le vivono accanto, stimolare punti di vista altri, accendere nuovi comportamenti.

ME (IO) rappresenta ciascuno dei 9 protagonisti che abbiamo seguito nella loro quotidianità (volontari, membri dello staff, beneficiari...).

Ognuna di queste storie è parte di un WE (NOI) che rappresenta la comunità in cui ciascuno può portare il suo contributo.

Only through community (solo attraverso la comunità) è il motto del St. Martin e ci ricorda che "se vuoi andare veloce vai da solo, se vuoi andare lontano vai con gli altri"

Tra gennaio e febbaio 2013 sono già state realizzate oltre 30 ore di riprese. Il documentario intreccia diversi piani narrativi per mostrare il coinvolgimento che il Saint Martin ha innescato nei diversi livelli sociali della comunità. Girato in FullHD con una troupe "leggera" composta da Marco Zuin, Luca Ramigni, Chris Njoroge e Alice Nthiga, avrà una durata di 52 minuti.

A cosa servono i fondi

Fino ad ora siamo riusciti a trovare i finanziamenti che ci hanno permesso di sostenere le fasi di pre-produzione del lavoro (ideazione e sviluppo), le spese di viaggio della troupe  e le riprese del documentario girato in Kenya tra gennaio e febbraio 2013. Siamo solo a metà dell'opera!

Dobbiamo ancora:

  • completare la fase di montaggio 
  • realizzare la colonna sonora originale
  • tradurre e doppiare le interviste
  • realizzare il dvd e promuoverne la diffusione

Contribuisci! Insieme possiamo completare l'opera.

Dona ciò che puoi e aiutaci a far conoscere il progetto ai tuoi amici.

Ti ricordiamo che puoi contribuire direttamente su Ulule con carte di credito, prepagate o paypal, aprendo velocemente un account Ulule che ti serve a restare in contatto con noi.

Non aver paura! Puoi anche contribuire in maniera tradizionale con un assegno, contante o bonifico entrando direttamente in contatto con noi, e poi saremo noi a validare il tuo contributo su Ulule! Grazie!

Fondazione Fontana Onlus

Via F.S.Orologio, 3 - 35129 - PADOVA - Tel.             049 - 8079391      

Via Herrsching 24/3 - 38040 - Ravina di Trento - Tel.             0461-390092      

A proposito dell'autore

La Fondazione Fontana onlus nasce nel 1998 per perseguire finalità di solidarietà sociale, ed in particolare per realizzare progetti di pace, cooperazione ed educazione alla mondialità. Promuove la cultura della solidarietà sia a livello nazionale che internazionale, con un approccio dal basso. La comunità viene coinvolta sin dall’ideazione dei progetti, con l’obiettivo di valorizzare le risorse del territorio, creando e promuovendo reti e collaborazioni tra i diversi attori locali.

Il regista Marco Zuin

Già ospite in Kenya del St. Martin nel 2012 il documentario viene affidato a Marco Zuin, regista padovano che collabora con Fondazione Fontana ormai da diversi anni.

"Con questo documentario, vogliamo far conoscere l'esperienza del St. Martin attraverso uno sguardo onesto. Tentare di raccontare con obiettività, senza giudizio, persone ed esperienze. In prima persona volontari, operatori, madri, ragazzi, bambini, protagonisti e testimoni allo stesso tempo, costruiscono insieme un racconto. Con un taglio non informativo-divulgativo, ma seguendo quasi naturalmente la loro quotidianità e sensibilità. Così quello del regista, sarà uno sguardo esterno che entra gradualmente a far parte della realtà africana, della comunità."

Vuoi conoscere il lavoro di Marco ? www.videozuma.it