BackBackMenuCloseChiudiPlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

Stend/Art

Stendardi d'artista a Piazza Vittorio

A proposito del progetto

Il progetto prevede la realizzazione di una mostra collettiva utilizzando i portici di Piazza Vittorio a Roma come galleria naturale per l’esposizione di 30 stendardi (2,50 mt X 1,25 mt) di artisti residenti nel rione. Le opere verranno sospese alla volta lungo tutto il percorso dei portici. Il fine ultimo dell’iniziativa è la riqualificazione sociale e culturale di un quartiere dall'enorme potenziale attualmente abbandonato al proprio degrado.

La sovrintendenza di Roma e i condomini proprietari dei portici hanno già rilasciato i necessari permessi.

Artisti partecipanti:
Annamaria Tanzi, Antonio Finelli, Aurelio Bulzatti, Beatrice Pasquet, Carlo Grossi, Clara Casoni, Elisabetta Pizzichetti, Fabio Maria Alecci, Giancarla Frare, Gianluca Esposito, Leonella Masella, Loretta Surico, Luca Della Valle, Lucilla Monardi, Mark Kostabi, Massimo Livadiotti, Massimo Ruiu, Michael Blumenthal, Michel Bedouin, Michele De Luca, Michele Marinaccio, Paola Alviano Glaviano, Primarosa Cesarini Sforza, Ruggero Savinio, Samantha Iovenitti, Stefano Cioffi.

Il regista Abel Ferrara residente in zona sostiene la nostra iniziativa e consentirà la proiezione del suo film/documentario sull'Esquilino presso Apollo 11 per la serata inaugurale durante la quale è anche previsto l'intervento musicale della STRADABANDA della Scuola di Musica Popolare di Testaccio.

L'inaugurazione è prevista per il 27 gennaio 2018 ore 12.00

L'istallazione durerà per tutto Febbraio e Marzo 2018.

Tra gli scopi prioritari dell’Associazione rimane la volontà, attraverso l'arte, di restituire al rione un senso di comunità basato sulla condivisione responsabile degli spazi e la loro valorizzazione, all'insegna della ribellione al brutto e nell'ottica dell'inclusione. 

Stend/art nasce dal desiderio di regalare a questo rione, che amiamo profondamente, un momento di gioiosa aggregazione aldilà di tutte le possibili barriere linguistiche e culturali, incentivando una diversa percezione di uno dei suoi luoghi più rappresentativi.

A cosa serviranno i fondi ?

I fondi raccolti verranno utilizzati esclusivamente per coprire alcune voci di spesa relative all'allestimento (in particolare legate alla fase di smontaggio) dell'esposizione.

A proposito del progettista

Arco di Gallieno è un'associazione di artisti visivi residenti all'Esquilino attiva dal 2017 nella promozione di eventi culturali ed artistici nell'ambito del rione, all'insegna della lotta al degrado e dell'aggregazione sociale delle varie realtà etniche residenti nel quartiere.

Non dimenticare di seguirci sulla nostra Pagina Facebook.