BackBackMenuCloseChiusoPlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

TumTum per i bimbi della Guinea Bissau

1000 dosi di antibiotico per controllare la Malattia Reumatica

A proposito del progetto

Siamo un gruppo di 3 medici e 2 infermieri, e lavoriamo a Lugano.
Abbiamo dato vita ad un progetto di prevenzione della malattia reumatica in Guinea Bissau.



La malattia reumatica si sviluppa quando una faringite da Streptococco (comunissima nei bambini di tutto il mondo) non viene curata con antibiotici.
Nei Paesi industrializzati è un'eventualità molto rara, mentre nei Paesi dove gli antibiotici sono di difficile reperibilità, la malattia è un'importantissima causa di mortalità infantile.

 

A cosa serviranno i fondi ?

Quando la malattia è in stadio avanzato, le valvole del cuore sono molto malate, e non possono essere curate con i farmaci, ma solo con importanti interventi chirurgici, fattibili soltanto con un trasferimento dei bambini nei nostri Ospedali, costringendoli ad un periodo lontani dalla famiglia per un intervento ad alto rischio.

Ma gli stadi iniziali di malattia sono identificabili e curabili semplicemente con la terapia antibiotica.

Insieme ad un medico ed un infermiere di Bissau, abbiamo creato un progetto di screening e prevenzione della malattia, su tutta la popolazione infantile della Guinea Bissau.

 

Il nostro progetto è basato su 4 momenti fondamentali:

 

E' semplice, e molto ben accettato dai genitori dei bambini, che vengono informati dal personale in loco della malattia e della possibile prevenzione e cura.

 

Quando visitiamo i bambini effettuiamo un tampone alla gola per cercare lo Streptococco, e una visita cardiologica anche con ecografia, per cercare eventuali problemi delle valvole del cuore tipici della malattia. Se il bambino ha lo Streptococco in gola eseguiamo una singola dose di antibiotico, se invece ha già una malattia del cuore effettuiamo una dose di antibiotico ogni mese fino ai 25 anni, secondo le linee guida della WHO.

 

A proposito del progettista

La nostra Associazione è nata nel 2017 in onore di Julio, un ragazzino di 13 anni guinense con malattia reumatica avanzata, che è morto dopo un tentativo di salvare il suo cuore con un intervento chirurgico molto invasivo, che purtroppo è l'unica terapia possibile quando la malattia non è stata diagnosticata e curata in precedenza.

Il nostro gruppo è composto da 5 soci fondatori:

  • Francesca Scopigni, medico cardiologo
  • Matteo Di Stefano, infermiere in Terapia Intensiva cardiologica
  • Eleonora Rivola, infermiera in Terapia intensiva cardiologica
  • Giulia Bruzzone, medico in formazione in medicina intensiva e d'urgenza
  • Vittorio Beltrani, medico in formazione in cardiologia

Seguiteci su:

FAQ

Se hai ancora qualche dubbio, non esitare a contattare direttamente il responsabile del progetto.

Inviaci una domanda Segnala questo progetto