Attenzione, il nostro sito rischia di non funzionare correttamente con il vostro navigatore.
Vi raccomandiamo di metterlo a giorno se possibile.

Metti a giorno il navigatore
Non voglio o non posso mettere a giorno il navigatore
BackBackMenuCloseChiudiPlusPlusSearchUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB CorporationBcorp /* ULULE BRAND LOGOS */

Web Serie I Love Pisa

Pisa indimenticabile

A proposito del progetto

IL PROGETTO “PISA” http://www.lanazione.it/pisa/cronaca/web-serie-video-casting-down-1.3401174

Il Progetto, Patrocinato dal Comune di Pisa, consiste nella realizzazione di una web-serie, composta da 10 episodi. Si tratta di una narrazione fiction realizzata in stile cinematografico per essere fruita attraverso il web (la cosiddetta Web TV), oppure sui dispositivi mobili. La struttura narrativa segue le vicende di un gruppo di amici in soggiorno a Pisa. Lo scopo è la Promozione del Territorio e la valorizzazione delle Eccellenze Pisane.

PERCHÉ PISA?
Amiamo la Toscana. In particolar modo Pisa. Siamo cresciuti all’ombra dell’amato monumento: la Torre, ormai icona planetaria:.

La nostra particolare attenzione è su Pisa perché è l’unica città della Toscana che non conosce bene sé stessa. È molto difficile vedersi nel modo in cui il resto del mondo ti vede.

Questa storia arriva da lontano. Partiamo dall’inizio.  Per stabilire se una città supera le altre in notorietà, non è sufficiente considerare la sua antichità. La bellezza di una città è quanto più remota e gloriosa l'epoca passata di cui essa è il riflesso. E la grandiosità di Pisa è infinitamente lontana dalla sua posizione odierna.

Nel Settecento la Pisa possedeva un livello culturale così alto che Carlo Magno insistette per avere un insegnante di scrittura pisano. E già nel dodicesimo secolo ospitò una scuola di giurisprudenza. Pisa però visse il suo primo periodo splendente molto prima che sorgesse la stessa Roma. Per secoli fu l'unica importante città portuale sulla costa occidentale italiana. Con l'ascesa di Roma e la sua forza distruttiva fu ridotta a colonia dell'impero forzata a subire il confronto con il più efficiente porto di Genova.

Con l’arrivo dei barbari l'impero romano crollò. In tutta Europa esistevano solo alcune isole di civiltà: i monasteri e, appunto, città come Pisa. La vecchia città di mare divenne una metropoli culturale e inoltre patria dei naviganti, e nel vuoto che subentrò al tramonto dell'impero romano, sviluppò progetti ambiziosi per il Mediterraneo e, a partire dalla metà del XII secolo, tale  progetto egemonico si fece realtà per duecento anni. Quando fu fondato l’impero franco, Pisa divenne sede del governo imperiale. Intorno al 1200, in piena età cavalleresca, fu luogo d’incontro  di  funzionari di  corte,  aristocratici, scienziati,  commercianti,  oltre che crocevia tra Oriente e Occidente. Il duomo, un'impressionante testimonianza dello spirito multiculturale che deve aver regnato a Pisa negli anni in cui fu la città portuale più ambiziosa d'Europa.

Il tramonto dell'età cavalleresca segnò però l'inizio dell'epoca moderna, l'impero degli Svevi crollò e nel 1190 morì l'imperatore Barbarossa.  Mentre dalla Sicilia il figlio Federico II governava con svogliatezza il Sacro Romano Impero litigando di pure  con il papa, i mongoli attaccarono l'Europa, ebbe fine l'età sveva e Pisa perse tutta la sua importanza. Le città vicine, Genova, Lucca e Firenze, che da sempre sbirciavano con invidia l'avanzata cultura pisana, colsero l'occasione per far crollare definitivamente l'orgogliosa città, e alleandosi la conquistarono. Nel 1392 Pisa venne venduta ai Visconti di Milano che a loro volta restituirono la città ai fiorentini. Le rivolte dei pisani contro quell'odiata città di bottegai furono sempre stroncate con estrema decisione. Quando Galileo Galilei vi insegnò nel XVI secolo, Pisa ormai non era più un grande centro urbano, ma da tempo era divenuta una semplice città di provincia.

Se una città potesse provare dolore, oggi Pisa dovrebbe soffrire l'umiliazione di essere famosa solo per la sua torre pendente. Sopporta invece con tutta calma le migliaia di visitatori che ogni giorno si riversano al Campo dei Miracoli, la Piazza delle Meraviglie, per fotografare la torre trascurando edifici molto più imponenti, il duomo già menzionato e l'incomparabile battistero. Pisa e i pisani sorridono bonariamente a tutti questi turisti che arrivano frettolosi in autobus, scattano le loro foto, spendono qui i loro soldi, risparmiano il centro storico per poi sparire di nuovo verso Firenze, Lucca o proseguire il Toscana tour.

In un certo modo Pisa è rimasta la Città elitaria dei tempi antichi, senza però avere più alcuna vocazione predominante. Se si dovesse assegnare un premio per la “perdita di attrazione” nei confronti della scomparsa della propria importanza, lo vincerebbe Pisa.

Per questo a noi piace Pisa e abbiamo deciso di dedicargli una Web-Serie. Un gruppo di conoscenti piovuti per caso e per varie ragioni a Pisa per mezzo di una serie di vicende e di incidenti scoprono le meraviglie, la magia e i segreti di Pisa ignote agli stessi Pisani.

Il film è sviluppato su un concetto: una vita reale dei Protagonisti  in un contesto irreale, Pisa

Film molto improntato su atmosfere visive e suggestioni della città

http://www.lanazione.it/pisa/cronaca/web-serie-video-casting-down-1.3401174

A cosa serviranno i fondi ?

Abbiamo bisogno del vostro aiuto per lanciare il progetto della web-serie. Siamo in attesa di sponsorizzazioni aziendali ma senza le vostre donazioni non potremo iniziare!

In particolare i fondi serviranno per:

  • Garantire vitto e alloggio a cast e troupe per 30 giorni
  • Coprire i costi di noleggio dell’attrezzatura tecnica necessaria per le riprese
  • Sostenere il noleggio di un mezzo per gli spostamenti 
  • Commissione di Ulule

Se la somma supera 5.000 €...

Se le donazioni supereranno il budget richiesto in questo crowdfunding, la somma eccedente sarà impiegata per la postproduzione, la promozione in festival di settore e la distribuzione del film.

Come contribuire

Ti ricordiamo che puoi contribuire direttamente su Ulule con carte di credito, prepagate o PayPal, aprendo velocemente un account Ulule che servirà a restare in contatto con noi e anche per riavere i tuoi soldi nel caso in cui l’obiettivo non venga raggiunto.

Non serve avere un account Facebook ma potete usarlo per accedere a Ulule. Inoltre potete aiutarci con assegni, contanti o bonifici entrando direttamente in contatto con noi, e penseremo noi a validare il vostro contributo su Ulule! Grazie!!

A proposito del progettista

STUDIO COMUNICA  www.studiocomunica.com

Studio Comunica specializzata nella produzione video per che vogliono coinvolgere l’utente in modo nuovo, attraverso l’emozione e il fascino di un video. Studio Comunica nasce dal desiderio di raccontare storie, luoghi, persone, idee e progetti in modo nuovo. Ogni produzione video è il risultato del lavoro di un gruppo affiatato, dalla produzione alla diffusione: videomaker professionisti, editor, grafici, digital strategist.