BackBackMenuClosePlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

Città della Cultura / Cultura della Città

Smart Land | Teatro Verdi, Ferrara, Ottobre 2013

A proposito del progetto

Il programma Città della Cultura / Cultura della Città 2013 si articolerà con una serie di progetti rivolti alle questioni urbane e sociali che emergono dalle priorità della nostra contemporaneità: "gestione innovativa e creativa" delle nostre città. L'obiettivo generale del programma è quello di mettere in movimento idee con e per la città di Ferrara, coinvolgendo tutti gli "attori" sociali di rilievo (pubblici, privati, associazioni di cittadini, singole persone) e cercando nuovi meccanismi per fare esprimere e imprimere forze di innovazione economica e trasformazione urbana come strumenti di sviluppo e governance del territorio 2020.

 

Nel corso del 2012, il programma sviluppato nella città di Ferrara con fondi provenienti da sponsor privati, ha permesso di "riattivare" alcuni luoghi urbani che erano in disuso (ex Mercato della frutta) o sotto utilizzati (Piazzatta Sant'Anna) in nuovi "hub urbani" in cui sperimentare nuove modalità per stimolare gli attori che concorrono alla costruzione sociale della città, rispetto alle tematiche della produzione di cultura, innovazione e creatività.

Riteniamo che questi ultimi temi siano fondamentali per identificare quali strategie ipotizzare per costruire una nuova Cultura della Città utilizzando un approccio innovativo che si confronta con la complessità: quella dei territori e delle istanze delle città, che oggi si presentano come “non lineari”, caratterizzate da una forte capillarità data dalle relazioni sociali (reti consolidate, in formazione, social network), dalla forte presenza di diversità culturali (comunità locali, patrimoni culturali di alto valore, patrimoni culturali minori), delle trame (aspetti geografici, naturali, paesaggio, infrastrutture, spazi urbani ed edifici non utilizzati) e per concludere dagli aspetti economici (presenza di forti motori economici, economie di sussistenza, economie in nascita).

L'obiettivo specifico del programma per il 2013 è quello di sviluppare differenti tipologie di strumenti di lavoro, con diverse scale di definizione (strategie urbane, progetti di comunità, attività di sensibilizzazione, riattivazione di luoghi urbani) dedicati alla ricostruzione della Cultura della Città attraverso l'interazione con nuove e possibili attività economiche collegate alla produzione Culturale.

Nel corso del 2013 il programma prevederà diverse attività ma nello specifico vogliamo candidare l'attività riguardate la riattivazione del Teatro Verdi. Il Teatro Verdi di Ferrara rappresenta una “continuità” funzionale e tipologica all'interno del tessuto urbano della città. La sua costruzione risale al XVI secolo, con la nascita del “Teatro degli Intrepidi”. Dopo diverse modificazioni il Teatro viene completamente ristrutturato nel 1912. Ne 2003 iniziano le attività di recupero e riqualificazione, ora momentaneamente sospese.

Città della Cultura / Cultura dellaCittà | Attività 2012

Città della Cultura / Cultura della Città | Programma 2013

A cosa serviranno i fondi ?

I fondi richiesti per il progetto del Teatro Verdi / Smart Land saranno utilizzati per permettere la riattivazione in modo temporaneo (apertura per alcuni giorni e di una parte limitata) dello storico Teatro e della piazza antistante, attualmente utilizzata a parcheggio. Le attività del progetto saranno realizzate durante il Festival di Internazionale 2013 e saranno funzionali al riuso del Teatro come di un luogo in cui dialogare su territorio, città, turismo, impresa innovative e agricoltura (Smart Land).

L’obiettivo principale del progetto è quello di riaprire questo luogo alla città di Ferrara, di renderlo funzionante per la durata del Festival di Internazionale 2013 e di renderlo nuovamente luogo in cui produrre cultura contemporanea. In particolare i fondi saranno utilizzati per:

  1. l’ideazione del progetto di allestimento e di messa in sicurezza del Teatro
  2. l’acquisto del materiale per l’allestimento;
  3. il noleggio di tutte le attrezzature tecnologiche utili per il suo funzionamento temporaneo;
  4. la produzione delle attività culturali previste nelle giornate di apertura.
  5. ospitare importanti figure del panorama culturale italiano.

A proposito del progettista

Il gruppo di persone che anima e sostinene Il programma Città della Cultura / Cultura della Città proviene da tre importanti realtà cultutali della Provincia e della città di Ferrara. Nello specifico:

Centro Studi Dante Bighi. Il centro nasce come organizzazione non lucrativa di utilità socio culturale NO-PROFIT e dal 2008 lavora nell’ambiente culturale ed artistico di Ferrara. Grazie ad una serie di progetti e ricerche, attività creative e di divulgazione scientifica il centro studi si è guadagnato il ruolo di istituzione culturale e scientifica di pregio nel panorama della città.

Canapè | Cantieriaperti. Studio di architettura e urbanistica con sede a Ferrara. Lo studio lavora su più livelli di scala, dalla progettazione architettonica alla redazione di masterplan e progetti di riqualificazione urbana. All’esperienza sul campo affianca attività di docenza e sviluppo teorico con la partecipazione a seminari e pubblicazioni.

Eco-Polis. Master Internazionale di secondo livello per esperti in Smart City, Urban Creativity and Collaborative Local Development, dell'Università degli Studi di Ferrara. E’ un corso itinerante di formazione avanzata e interdisciplinare ed è finalizzato a trasmettere le conoscenze e le pratiche più innovative e creative in tema di sostenibilità e sviluppo locale.

Il progetto è al suo secondo anno di vita e per maggiori informazioni potete consultare il seguente sito web: http://www.culturadicitta.blogspot.it/
 

FAQ

  • Cosa è Città della Cultura Cultura della Città?

    Città della Cultura / Cultura della Città è una iniziativa di pensiero e azione, che vuole sottoporre alla città di Ferrara e non solo, argomenti e iniziative sulla questione della cultura come strumento di produzione di economie di urbanità e di convivenza civile.

    Ultima modifica 4 anni, 7 mesi fa

  • Che ricadute ha Città della Cultura / Cultura della Città sulla città di Ferrara?

    Il progetto intende stimolare sia l'amministrazione pubblica sia il mondo del credito, dell'impreditoria, dell'associazionismo e del terzo settore per creare nuovi indirizzi di sviluppo economico legato all'ambiente culturale della città di Ferrara. Le ricadute previste sono la nascita di nuova economia basata su imprese giovani e atipiche che si inseriscono nel mondo dell'impresa attraverso progetti innovativi. Gli eventi pubblici creano dibattito fertile sulle tematiche e portano economie ad una serie di attività commerciali generalmente collocate attorno ai luoghi inseriti nella lista degli eventi.

    Ultima modifica 4 anni, 7 mesi fa

  • Perchè dovrei sostenere il progetto Città della Cultura / Cutura della Città, presso il Teatro Verdi di Ferrara?

    Perchè crediamo che progetti come questo che mirano ala costruzione di nuovi meccanismi per la vita della città del 2020 devono nascere prima di tutto dalla definizione e sviluppo di una comunità di sostenitori.

    Non essendo un progetto di mandato amministrativo e politico bensì una progetto di cittadinanza che si pone domande e visione per il futuro crediamo sia sempre più importante l'apporto di energie condivise tra le genti.

    Ultima modifica 4 anni, 7 mesi fa

Inviaci una domanda Segnala questo progetto