BackBackMenuCloseChiudiPlusPlusSearchUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB CorporationBcorp /* ULULE BRAND LOGOS */

FILM - FRIDAYS FOR FUTURE ITALIA

Storie di giovani italiani che vogliono salvare il mondo

A proposito del progetto

"Non potete star lì con le mani in mano aspettando che la speranza arrivi. Vi state comportando da ragazzi irresponsabili" [Greta Thunberg ai membri del Parlamento Europeo, Bruxelles 16 aprile 2019]

Perché questo film?
Per molti giovani italiani Greta Thunberg non rappresenta solo un simbolo, ma anche un'assunzione di responsabilità. L'unica Greta che può davvero salvare il mondo, infatti, è quella che vive dentro ognuno di noi.

Ma chi sono i ragazzi che in Italia ne seguono l'esempio e organizzano i Fridays For Future, gli scioperi della scuola per il clima? Quali sono i valori che li smuovono, i loro obiettivi, le loro contraddizioni? Dove possono arrivare? Con quali forme e azioni? Italia Che Cambia vuole scoprirlo seguendo alcuni di loro, per un documentario diviso in più capitoli ambientati in diverse città italiane e in una città europea, presumibilmente Bruxelles o Stoccolma.


Greta Thunberg in collegamento con un gruppo di strikers italiani (foto B. Olsson)

Chi è il regista?
Ezio Maisto è uno sceneggiatore tre volte finalista al Premio Solinas, regista e giornalista di Italia che Cambia da sempre sensibile alle tematiche ambientali. Fra i suoi lavori, premiati in più di 30 festival, il cortometraggio Vistamare, girato nel più grande insediamento abusivo d'Europa e presentato in concorso al Giffoni Experience, la più importante rassegna di cinema per ragazzi del mondo.


Il cortometraggio "Vistamare", di Ezio Maisto

Chi produce il film?
Il film è stato proposto dal regista a Italia che Cambia e a Baburka Production, una cooperativa di produzione cinematografica indipendente di Roma composta da giovani under 35, che ha sposato l'idea e messo a disposizione i mezzi per le prime riprese. 

A che punto è il progetto?
Le riprese di uno dei capitoli sono già state completate in Friuli Venezia Giulia e sono in fase di montaggio. Sono stati inoltre filmati il primo sciopero mondiale del clima del 15 marzo (che è stato documentato in tutta Italia grazie agli Agenti del Cambiamento), l'Assemblea Nazionale Costituente del 12-13 aprile a Milano e la visita di Greta il 19 aprile a Roma.

Sono ora necessari i fondi per girare gli altri capitoli e per la post-produzione. I protagonisti degli altri capitoli e le città nei quali saranno ambientati sono in fase di selezione. 

FINE RIPRESE: settembre 2019
USCITA PREVISTA DEL FILM: Natale 2019


Un momento dello sciopero del 15 marzo a Roma (foto A. Profilio)

A cosa serviranno i fondi ?

La cifra di 7.800 euro è la minima necessaria per girare la parte restante del film. I fondi verranno utilizzati per noleggiare le attrezzature tecniche, per gli spostamenti in treno o camper e per il lavoro del direttore della fotografia e del fonico.

Tutto l'extra che raccoglieremo andrà a finanziare la post produzione (montaggio audio e video, musiche originali, color correction, sottotitoli in inglese, finalizzazione del progetto) e la distribuzione attraverso web, sale e festival.

Il film è e resterà un progetto indipendente, a basso costo e con il minor impatto ambientale possibile.  


Ezio Maisto e Luca Bonfigli con il camper "Less" durante le prime riprese del film (foto E. Maisto)
 

A proposito del progettista

Italia Che Cambia è un giornale che racconta e connette quel pezzo di paese che di fronte a un problema si attiva per cambiare concretamente le cose, senza delegare o aspettare che qualcuno lo faccia al suo posto. 

Nel suo “Moltitudine inarrestabile”, Paul Hawken dice che "siamo già maggioranza, ma non lo sappiamo; pensiamo di essere soli e sole, isolati e isolate, strani, e invece siamo parte di un grande movimento mondiale. Un movimento silenzioso e frammentato che però è pronto a emergere e mostrarsi in tutte le sue sfaccettature."

L'obiettivo di Italia Che Cambia è far emergere questa moltitudine e contribuire alla costruzione di un nuovo paradigma culturale che metta al centro la demercificazione della realtà, le relazioni umane, la facilitazione, i processi non giudicanti, la sostenibilità umana, ambientale, economica e sociale.


Andrea Degl'Innocenti e Daniel Tarozzi raccontano come nasce Italia Che Cambia

Il nostro impegno sui Fridays For Future
Dall'intervento di Greta Thunberg alla Cop24 nel dicembre 2018 fino a maggio 2019, Italia Che Cambia ha pubblicato più di 100 post sui suoi canali social e più di 20 articoli e video riguardanti i Fridays For Future, coprendo non soltanto gli scioperi globali del 15 marzo e del 24 maggio, ma anche la visita di Greta a Roma, l'assemblea nazionale di Milano e l'attività quotidiana di diversi gruppi locali di FFF, incluse le azioni intraprese nei territori dagli attivisti.

Dulcis in fundo, Italia Che Cambia è stata la prima testata in Italia a riferire dei 60 giovani strikers che hanno occupato il Parlamento Europeo a Bruxelles il weekend delle elezioni.

Soprattutto, non abbiamo intenzione di fermarci! È per questo che abbiamo deciso di fare questo film. È per questo che ora abbiamo bisogno del tuo aiuto.


Un gruppo di strikers accampati davanti al Parlamento Europeo a Bruxelles (foto D. Wicker)

 

Share Seguici