BackBackMenuCloseChiusoPlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

12

“… Questa è solo una storia di vendetta”

A proposito del progetto

-12 Nasce durante una cena d’inizio autunno molti anni fa, da uno scarabocchio su un tovagliolo. Si è delineata la figura di un personaggio, si è creata una storia che negli anni è mutata, diventando più consapevole.

Un fumetto fanta horror, la cui storia ruota intorno a una domanda: “Si può fare un patto con la morte? E fino a che punto sei disposto a spingerti per ottenere quello che vuoi?”. Se la cosa v’incuriosisce e volete aver risposta non vi resta altro da fare che scoprirlo tra le sue pagine.

Vivrete così una piccola, ma grande, storia, un’avventura dalle tinte asiatiche che mischia tutto il nostro amore per i film anni 80-90, i manga, i combattimenti all’ultimo sangue, le creature mostruose che tanto amiamo, le storie dei grandi valori sempreverdi, come lealtà, coraggio e amicizia, che ci appartengono e lo faranno per sempre.

Un progetto importante, non facile e che ci ha messo alla prova, perché lega due componenti umane forti e a rischio di contrasto se non si gestiscono al meglio: la consapevolezza dell’adulto che ha imparato (si spera) a dosare in modo intelligente gli impulsi, e la fantasia elastica del bambino, senza freni, folle e semplice allo stesso tempo.

Ci fermiamo qui il rischio è di bruciare il finale o lasciar intender troppo a Voi che state leggendo queste righe. 

Non ci spingiamo oltre, ma siamo aperti a qualsiasi domanda, e qual’ora fosse non esitate a chiedere.

“Questa è solo una storia di vendetta.

Come ogni storia di vendetta non trova alcun senso e alcuna giustificazione. Chi compie la vendetta cerca solo il perdono, un perdono che tarda sempre ad arrivare, ma trova una seconda possibilità in una strada lastricata di buone intenzione e sporcata dal sangue. Dodici saranno le tappe di questa via. Dodici saranno i passi verso la morte. Dodici saranno i passi per il perdono. Dodici (forse) saranno i nemici da affrontare.
Questa è solo una storia di vendetta.”

12 è una storia d’avventura, racconta di un viaggio, di 12 personaggi uniti dallo stesso destino, di una oscura figura che ne segue le tracce.

12 i fili

12 le vite in sospeso.

Il fumetto sarà interamente disegnato a mano e colorato ad acquerello, da pagine completamente a matita si passerà alla china fino al colore, un sistema narrativo che si evolve con la tecnica. Un approccio sperimentale, un azzardo se vogliamo in un mondo dove i bellissimi effetti del digitale prendono il sopravvento decidiamo di volgere l’attenzione altrove, pensiamo che il passato abbia sempre molto da insegnare, ci crediamo e teniamo a creare dei prodotti che possano abbracciare il "vecchio" e il "nuovo": creando manualmente i nostri progetti, fondendo tradizione/artigianato con nuove tecniche di elaborazione e cercando sempre il punto d’incontro tra grafite e foglio digitale.

Solo per la campagna crowdfunding il n.0 sarà ristampato in un formato più grande e con una copertina alternativa.

Per agosto chiuderemo il lavoro fisico: Disegni, colorazioni, impaginazione e lettering ed entreremo nella fase di stampa, mentre da settembre cominceremo a spedire i pacchetti acquistati.

Vi ringraziamo, per il tempo concessoci, per chi ci vorrà sostenere in quest’avventura.

Grazie

KaKuRo

A cosa serviranno i fondi ?

I soldi raccolti verrano divisi per diversi investimenti:

- 1200 Euro Stampa n. 0

- 2000 Euro Stampa n. 1

- 800 Euro Stampa di tutti i gadget

- 2000 Euro costo lavoro e pubblicità (Ci trovate alla fiera del Torino Comics il 13/14/15 Aprile 2018 ed ad altre fiere in base alla somma Raccolta)

A proposito del progettista

Gli Autori

Yuri Cagnardi

Fin da piccolo coltiva la passione per il disegno e per il cinema, realizzando piccoli cortometraggi e incasinati test di animazione stop-motion. Dopo il liceo decide di studiare presso la Scuola Del Fumetto di Milano e continua la sua ricerca da autodidatta, alternando altri lavori che vanno dalla carpenteria fino al design di giocattoli. Dal 2012 tiene corsi di disegno e scultura, mentre a Milano insegna colorazione presso la Scuola del Fumetto di Milano.

Ideatore e promotore originale del soggetto, che trova il coinvolgimento di altri compari, con 12 si presenta finalmente al mondo del fumetto.

Leonardo Di Bari

Per (quasi) tutti semplicemente Leo, ha sempre avuto le idee chiare nella vita. Infatti decide di frequentare l’istituto agrario, poi si laurea in filosofia, lavora come ceramista e ultimamente insegna storia nelle scuole superiori. In questo percorso molto coerente non abbandona mai la sua passione per la scrittura, pubblicando alcuni libri di poesia e dedicandosi alla stesura di diversi racconti. Con 12 si cimenta per la prima volta in un lavoro di sceneggiatura.

Steven Rubin

Nato a Hengelo in Olanda, cresciuto tra Italia e Nigeria, inizia il suo percorso creativo frequentando il Liceo Artistico dove conosce Yuri. Finita la scuola prendono però percorsi diversi. Steven infatti si butta nel mondo del 3D partecipando a produzioni internazionali per la realizzazione di diversi film di animazione. Negli ultimi anni decide però di dedicarsi alla carriera imprenditoriale aprendo con Yuri la nuova società KAKURO per poter dare spazio a tutti quei progetti che ancora affollano le loro menti tormentate.

Kakuro Production è una Nuova Realtà

Una fucina di idee che ha il preciso obiettivo di dar vita a progetti accattivanti e creativi che possano incontrare i gusti più differenti.

In un mondo dove risulta difficile trovare una propria identità e dove variare diventa un bisogno necessario, Kakuro investe tutte le proprie energie per creare una spazio che abbracci il "vecchio" e il "nuovo": creando manualmente i propri progetti, fondendo tradizione/artiginato con nuove tecniche di elaborazione e cercando sempre il punto di incontro tra grafite e foglio digitale.

Perchè seguirci in questo viaggio?

Perchè la curiosità ormai vi divora

Perchè la noia provata per le "Solite Cose" è diventata insostenibile

Perchè lasciare ogni possibilità aperta a qualcosa di inesplorato è un vostro modo di pensare.

FAQ