BackBackMenuCloseChiusoPlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

Il Viaggio delle Perle

Le Perle di Vetro Veneziane in viaggio attraverso l'Europa

A proposito del progetto

Muriel Balensi

Siamo tre creatrici di perle e gioielli in vetro di Murano: Muriel Balensi (Francia), Cristina Bedin (Italia), Susanne Sander (Germania). Amiamo Venezia e il vetro di Murano.

Dal 2009, in collaborazione con altri designer e creatori di perle, abbiamo organizzato diversi eventi: sfilate, performance, happening, per promuovere l'arte del vetro e la bellezza delle perle veneziane e delle collane d'arte.

Il nostro sogno rimane, tuttavia, di consentire alle nostre perle e ai nostri gioielli di viaggiare, di essere conosciuti e diffusi in tutta Europa e anche di più, se possibile, oltre l'Atlantico e in tutto il mondo.

Queste le date in programma per entrambi gli eventi:

- Un vernissage a Venezia il 23.05.2013 ai Magazzini del Sale presso la Reale Società Bucintoro alle Zattere

- Una sfilata in Germania il 14/07/2013 nel castello barocco di Dachau.

A breve, confermeremo le date per Parigi.

Al nostro progetto aderiscono Istituti d'Arte, diverse associazioni culturali, designer e molte  persone che amano l'arte, la storia e le tradizioni della Serenissima. L'obiettivo del progetto consiste nel far conoscere meglio quest'antica tradizione veneziana suscitando passioni legate alla bellezza del vetro artistico lavorato in laguna.

Susanne Sander

Nel corso degli eventi organizzati dal 2009, abbiamo notato l'interesse crescente manifestato per questo ramo delle Belle Arti, che è il vetro di Murano e questo ci porta a pensare che sarebbe assolutamente fantastico condividere questo entusiasmo con molte persone di ogni nazionalità, e  promuovere quest'arte a livello internazionale, tanto più che il vetro di Murano è stato dichiarato Patrimonio dell'UNESCO. Vorremmo diffondere il nostro progetto attraverso Ulule per raccogliere parte dei fondi necessari alla realizzazione dei primi due eventi.

A cosa serviranno i fondi ?

Grazie ad ULULE, speriamo di raccogliere i fondi destinati a finaziare in parte un vernissage a Venezia e una sfilata in Germania, nel castello barocco di Dachau:

- Musica (musicisti a Venezia, DJ Set a Dachau) per un totale di 800 euro 

- Affitti (Magazzini del Sale a Venezia, Castello Barocco a Dachau) per un totale di 1.050 euro

- Imposte (Venezia e Dachau) per un totale di 250 euro

- Pubblicità (Venezia e Dachau) per un totale di 200 euro

- Viaggi per un totale di 300 euro

- Alloggio per un totale di 1.500 euro

Desideriamo ringraziare in anticipo tutte le persone che sosterranno il nostro progetto e la sua realizzazione. Se raccoglieremo più fondi rispetto all'importo iniziale, questi saranno destinati all'organizzazione della sfilata a Parigi.

A proposito del progettista

Muriel BalensiMuriel Balensi

Nel 2006, Muriel Balensi, lascia Parigi, città in cui abita, per venire a Venezia. In un primo momento visita la città come turista ma, dopo aver visto le lavorazioni al lume e in fornace, decide di consacrarsi totalmente all’arte della lavorazione del vetro che sente profondamente vicina alla sua sensibilità e che esprime perfettamente la  sua essenza.

Nell’agosto 2007, Muriel crea la sua linea, la sua firma: VENEZI'ARTE; interamente dedicata all’arte della lavorazione del vetro. Le piace credere che, a Venezia, l'arte non sia sparita del tutto e che si può ancora creare qualche cosa di nuovo con il vetro. Forte di questa certezza e sostenuta dalla sua passione, Muriel, grazie alla sua cultura artistica, inizia a creare perle di vetro dallo stile particolarissimo. Pollock, Monet, Wes Mongomery, Johann Sebastian Bach, i suoi autori preferiti, le permettono di adattare la tecnica pittorica al vetro, oppure, di dare vita, con il vetro, ad un ritmo musicale.

Le sue creazioni sono tutte fatte a mano, al lume, nel pieno rispetto della  tradizione, ma con una concessione alla contemporaneità: l'uso dell’ossigeno.

Con le perle, l'artista crea collane tradizionali ma anche sculture indossabili. Dal 2008, come  artista del vetro, ha partecipato a mostre e sfilate in molti palazzi veneziani e all'Hotel Excelsior del Lido di Venezia. Nel 2010, 2011, 2012 con i designer di collane e perle Do you Bead è all'hotel  Ca'Nigra, a Ca' Zanardi e ai Magazzini del Sale a Venezia. Nel 2010, partecipa alla settimana della moda di Milano.

Le sue creazioni sono pubblicate sul sito e-venise.com ed esposte in varie gallerie a Venezia, alla Giudecca, a Milano e a Parigi.

Cristina Bedin

Sono nata e vivo a Venezia.

Durante i miei studi universitari, ho cominciato ad appassionarmi alle discipline alchemiche e ho conseguito la laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l'Università Ca 'Foscari di Venezia con una tesi su un romanzo alchemico di Marguerite Yourcenar: "L'Opera al Nero".

Nel 2007, dopo aver lavorato per un periodo in una banca, ho deciso di continuare la ricerca sull'opera alchemica e ho aperto un atelier a Venezia: L'Opera al Bianco. In un primo tempo, mi sono dedicata ai tessuti antichi e alla decorazione dei cappelli fiorentini per poi orientare la mia ricerca sulla storia delle antiche perle di vetro di Venezia, con le quali ho creato diverse collezioni di gioielli. La mia idea è quella di applicare i simboli e i colori del percorso alchemico alla materia: il vetro.

Nel 2008, ho partecipato ad un progetto di Confartigianato Venezia, Venice Selection, che riunisce le creazioni di arte e artigianato di alta gamma e ho incontrato Salvatore Sito, il proprietario di una storica vetreria veneziana. Con lui, ho cominciato a progettare un evento dedicato all'arte delle perle di vetro che che ne rispettasse la tradizione ma che, allo stesso tempo, potesse anche dare vita ad un rinnovamento delle modalità di presentare le creazioni di questa arte.

All'inizio del 2009, ho partecipato a Miami Fashion Week come designer. Dopo il mio ritorno dagli Stati Uniti, ho presentato il mio progetto ¿Do you Bead? - il cui obiettivo è di incrementare la conoscenza delle perle di vetro veneziane - alla Camera di Commercio di Venezia, guadagnando uno dei primi posti. Grazie a questo progetto (al quale prendono parte anche Muriel Balensi e Susanne Sander), ho organizzato diverse sfilate nei luoghi più suggestivi di Venezia, dove ho avuto l'onore di presentare le mie collezioni di gioielli: Al Kimiya, Ba-Rock, Malva Carmesì.

Susanne SanderSusanne Sander

Susanne Sander nasce nel 1965 a Dortmund (Germania).

Dopo gli studi in storia dell’arte alla Ruhr-Universität di Bochum, nel 1993 ottiene il titolo di “magister artis” con una tesi sulle sculture kinetiche di Lazlo Moholy-Nagy.

Fino al 1995 lavora come freelance nel settore pubblicitario.

Nel 1999 comincia ad appassionarsi al vetro e realizza le sue prime opere con pezzi prodotti in Rep.Ceca. Successivamente, la passione la porta a conoscere ed amare sempre più le realizzazioni muranesi.

Nel 2004 partecipa, a Murano, ad un workshop sulle Perle al Lume tenuto dal maestro Davide Penso, conosciuto nel settore per le sue opere avanguardiste.

Nel 2006 apre una galleria personale a Dachau.

Il lavoro di Susanne è ispirato dall’unione fra tradizioni e arte moderna, sia europea che sud-americana, così come dai diversi design di perle di vetro di tutta Europa.
Ciononostante la sua principale attenzione e passione resta l’arte secolare dei maestri vetrai veneziani.

Nel 2009 partecipa a ¿Do you Bead? come spettatrice, nel 2010 come designer.
I frequenti soggiorni a Venezia, gli stretti contatti con i maestri artigiani con i quali scambia informazioni, l’assidua ricerca dell’ispirazione, trovano la loro espressione in creazioni potenti o quiete, coloratissime o trasparenti. Tutte le opere di Susanne sono uniche e originali. L’obiettivo è raggiunto solo se il gioiello e chi lo indossa vivono in perfetta armonia.