Attenzione, il nostro sito rischia di non funzionare correttamente con il vostro navigatore.
Vi raccomandiamo di metterlo a giorno se possibile.

Metti a giorno il navigatore
Non voglio o non posso mettere a giorno il navigatore
BackBackMenuCloseChiudiPlusPlusSearchUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB CorporationBcorp /* ULULE BRAND LOGOS */

Phoenix Alternative Models

Uno sguardo diverso alla femminilità

A proposito del progetto

Il nostro obiettivo è sconfiggere i pregiudizi sul corpo femminile. Vogliamo abbatterli con una sfilata di alta moda con sole modelle amputate, provenienti dall'Italia e dalla Francia. Vogliamo fare la sfilata a Parigi, all'Hotel des Invalides, il 26 settembre 2019, nella settimana che vede in gioco anche la settimana della moda parigina.

Come una fenice rinasce dalle proprie ceneri, vogliamo proporre una metamorfosi a tutte le donne amputate che ne sentano la necessità e allo stesso tempo vogliamo spingere i limiti della femminilità in modo innovtivo e sorprendente.

Il progetto è nato da un'idea condivisa di Romuald e Fabienne, dopo la fine del progetto sportivo "Gamba in Spalla" in Italia, una staffetta di atleti amputati di 130km al Totdret un'endurance trail di montagna. Ecco un breve video del progetto sportivo:

 

Finita la staffetta di 130km in montagna abbiamo pensato che non c'è solo lo sport, bisogna fare qualcosa anche per abbattere i pregiudizi sulla femminilità. Ecco come è nato il porgetto Phoenix Alternative Models.

Con la collaborazione dello stilista Fabio Porliod abbiamo già realizzato qualche scatto per la promozione del progetto.

A cosa serviranno i fondi ?

Il progetto Phoenix Alternative Models è indipendente ed è sostenuta dall'associazione OSA Objectif Sport Adapté di Genay (Lione - Francia). Quest'associazione, presieduta da Fabienne Sava Pelosse, interviene nelle scuole  per parlare di diversità, di disabilità e per rendere possibile l'accesso alle discipline sportive a persone con disabilità.

 

Per realizzare questa sfilata a Parigi abbiamo bisogno del vostro aiuto per:

  • coprire le spese di trasporto di 14 modelle amputate, dello stilista con la sua collezione di abiti, 2 sarte, 1 cameraman e un fotografo da diverse località in Italia e Francia;
  • coprire le spese di alloggio;
  • un aiuto per la comunicazione del porgetto.

 

Ad oggi alcuni benefattori si sono impegnati per:

  • prestito di un minibus dall'Italia;
  • parrucchiere per la sfilata (Lycée Anne Veaute di Castres - Francia)
  • parure estetiche per protesi in stampa 3d

 

A proposito del progettista

 

 

FABIENNE SAVA PELOSSE

Atleta amputata, pratica diversi sport tra cui il trail running. All'attivo ha diverse gare di snowboard, raid sportivi (raid Amazone, Raid de la Saharienne). Insegnante di educazione fisica specializzata APAS (qualifica francese). Insegna educazione fisica presso lo Staps di Lione (Francia) Presidente dell’associazione O.S.A. Objectif Sport Adapté di Genay (Francia).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


FABIO PORLIOD

Giovane stilista italiano, discende da diverse generazioni di sarti, i suoi bisnonni materniavevano dei laboratori di sartoria a Progi già nel 1930, poi i nonni materni e sua madre. Le sue creazioni hanno sfilato su importanti passerelle a Parigi, Milano, Dubai, Monte Carlo, Roma, Torino, Cannes, Cosenza e in diverse trasmissioni televisive. È nipote di un atleta amputato. Mettera a disposizione della sfilata una nuova collezione di abiti di alta moda, creata appositamente per questo progetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


ROMUALD DESANDRÉ

Fotografo e documentarista, da tempo con il suo lavoro cerca di dare una visione diversa della disabilità e della diversità. Collabora con agenzie stampa e tv italiane. Il suo ultimo lavoro è un documentario sullo sport paralimpico in montagna, realizzato durante un endurance trail alpino con 5 atleti amputati, tra cui anche suo fratello. Realizzerà, con l'aiuto di un fotografo, un docu-web sul progetto Phoenix.

 

Share Seguici