BackBackMenuCloseChiusoPlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

Globetrotting Energy Capturer

Libro fotografico

A proposito del progetto


Dopo cena, Washington DC, 2010, la mia migliore amica Laurence ed io entrammo in un ristorante per un dolce. Non lo sapevo ancora ma in quella sera sarebbe nata una nuova avventura … Mentre il cameriere avvicinò pericolosamente il dolce al nostro tavolo, Laurence mi mostrò il suo regalo di Natale: una Canon Rebel 450D. Incuriosita dalla graziosa scatola nera (non avevo mai usato una reflex fino a quel momento) le chiesi se potevo scattare qualche foto. Dieci minuti dopo ero fregata, innamorata del suono dell’otturatore, innamorata del “click” discreto che emetteva ad ogni scatto, innamorata punto e basta.

Due mesi dopo, rientrata a Parigi, non resistetti e comprai la mia prima Canon 450D. All’inizio dedicai la “luna di miele Tania e Canon” all’identificazione di cosa mi piaceva più fotografare: persone? Edifici? Street art? Natura? I click e scatti “sperimentali” furono tanti(ssimi)...

Col tempo iniziai timidamente a condividere alcuni dei miei scatti con amici e familiari. Grazie ai loro feedback e il tempo dedicato all’orientamento naturale verso un certo tipo di fotografia, alcune cose diventarono evidenti: il mio amore per il viaggio e i posti nuovi, un’osservazione accurata degli angoli più nascosti, il piacere di creare e catturare effetti di simmetria e mettere in luce i colori e i loro contrasti. Più precisamente, ero attratta da questi elementi perché rappresentavano per me l’essenza delle città, cioè i dettagli che le rendono uniche.

Questo mio approccio diventò ancora più chiaro quando accade che un amico residente in una di queste città, guardando un mio scatto, mi dissi di non aver mai notato il dettaglio messo in luce nella foto ma che nonostante ciò riusciva comunque a identificare il luogo. Più mi si davano questo tipo di feedback, più cresceva il mio desiderio di continuare a catturare i piccoli tesori visivi che sembravano passare inosservati.

Col tempo diventò sempre più difficile viaggiare senza portarmi dietro la macchina fotografica. Cominciai anche a immaginare quanto sarebbe stato bello poter trasformare in microcamere i miei occhi per fotografare ogni piccolo dettaglio. Inoltre camminavo sempre con gli occhi al cielo per notare meglio gli angoli, i colori e le forme; un’abitudine che non facilitava il mio già pessimo senso dell'orientamento ma che mi ha spesso permesso di scoprire tanti posti nuovi…

Passeggiando con amici, quando chiedevo loro di fermarci un attimo per scattare una foto, succedeva spesso che loro si guardassero intorno per capire cosa volessi fotografare. Quando precisavo di cosa si trattava la risposta era sempre la stessa: “non avevo (mai) notato” oppure “non ci avevo pensato!”. Così notai che la maggior parte dei miei scatti non era tanto per mettere in luce qualcosa di semplicemente “bello” quanto piuttosto per mettere in luce una scintilla rappresentativa del carattere e/o dell’energia del posto.


Per farla (un po’ più) breve, questo progetto potrebbe essere considerato come il mio “coming out fotografico". Dopo poco più di 7 anni andando in giro e catturando questi dettagli, vorrei farne qualcosa che mi permetta di perfezionare la mia visione. Sarebbe anche l’opportunità di creare qualcosa di materiale da condividere con quanti di voi più possibile; ovvero vorrei crearne un libro interattivo per permettere ai lettori di viaggiare tramite le mie foto.


Credo fortemente nella bellezza delle cose semplici e vorrei quindi creare un libro il cui concept permetta a chi lo sfoglia di lasciarsi trasportare in un viaggio unico trovando ed esplorando i dettagli di ogni foto. Tuttavia, la mia esperienza mi ha anche permesso di notare quanto ognuno di noi ha una sensibilità diversa ai vari ambienti intorno a se. Per questo motivo ho deciso di creare un libro che dia anche al lettore la possibilità di creare il proprio viaggio e magari di lasciarsi ispirare da altri elementi diversi dai quelli "catturati" da me.

Globetrotting Energy Capturer sarà quindi un libro interattivo ovvero un libro con pagine rimovibili per presentarvi un viaggio di partenza e permettervi col tempo di scoprirne e/o crearne di vostri lasciandovi guidare dai colori, le luci, angoli e i vari dettagli delle città presentate. Questo significa inoltre che ogni foto potrà essere rimossa dal libro e trasformata in una stampa limitata per "colorare" i vostri muri.

Più concretamente, il libro sarà composto da 50 foto a colori stampate su carta da 130gr per creare un libro in formato A4 con copertina rigida.


Essendo il mio primo progetto fotografico applico due approcci: 1/ mettercela tutta e 2/ farlo piano per andare sano e lontano .  Al di là di tutto però, mi farebbe molto piacere arrivare al termine di questo progetto sapendo che ho un bellissimo pubblico composto da familiari, amici e follower che apprezzano questa visione e che hanno voluto partecipare nel trasformarla in realtà.

Per questi motivi, e dopo aver visto tantissimi progetti prendere vita grazie al crowdfunding, ho deciso di invertire i ruoli passando da tutor di crowdfunding a progettista (per chi non lo sapesse già, lavoro presso Ulule da oltre 2 anni ormai).

Questa è la prima volta che metto a nudo il mio rapporto con la fotografia e la mia idea di Globetrotting Energy Capturer, per questo motivo è per me un’esperienza abbastanza impegnativa. Nonostante ciò, ho proprio bisogno di espormi non soltanto per confermare quello che ho già fatto fino ad ora, ma anche e soprattutto per ottenere la spinta che mi permetterà di continuare a crescere ed affermarmi come fotografa.

Spero che il progetto vi ispirerà e vi invoglierà a partecipare alla nascita di “Globetrotting Energy Capturer”; il vostro appoggio è per me un’immensa fonte di incoraggiamento.

A cosa serviranno i fondi ?


Fondi raccolti tramite questa campagna saranno distribuiti come segue:

> Stampa Libro: 42%
> Ricompense (shopper + adesivi + cartoline): 30%
> Comissione Ulule: 8%
> Consegna postale: 7%
> Supporto grafico: 13%

Complessivamente il budget totale del questo progetto è di 5.945 euro. 

Mi sono impegnata molto per questo sogno nel cassetto e ci tengo davvero tanto a vederlo realizzarsi. Tuttavia come in molti casi bisogna investire in se stessi per dimostrare agli altri quanto qualcosa ci stia a cuore, ecco perché il 50% dell'obiettivo complessivo del progetto sarà denaro investito di tasca mia mentre il rimanente 50% verrà raccolto e finanziato tramite questa campagna di crowdfunding grazie al vostro supporto.


Partecipare a una campagna di crowdfunding non significa per forza doverlo fare soltanto in maniera economica. Per chi ama la fotografia e/o si identifica in questo progetto, sarei molto lieta di inviarvi una delle ricompense ideate appositamente per questa campagna (e illustrate qui a destra).


Oltre al finanziamento, lo scopo di questa campagna è di offrire a Globetrotting Energy Capturer più visibilità possibile. Condividere la campagna con i contatti che sapete potrebbero interessarsi al progetto aumenterebbe le chance del suo successo anche a lungo termine. Finanziare o offrire visibilità, entrambi gli approcci saranno molto apprezzati.

Grazie di cuore a tutti per il sostegno e per avermi incoraggiato a lanciarmi in quest’avventura.
Baci, bisous e kisses,



A proposito del progettista

Se dovessi descrivermi in due parole sarebbero “complexed simplicity” (semplicità complessa). Sono cresciuta in un ambiente multiculturale e mi sono sempre sentita particolarmente legata e ispirata dalla diversificazione che mi circondava sia riguardo le persone che i posti e le culture.

Sono ormai 7 anni che appena ne ho l’occasione girovago in varie città facendo fotografie. Ormai la fotografia è diventata una passione che vorrei continuare a portare avanti non soltanto perché ne sento il bisogno creativo ma anche perché è diventata per me una specie di rifugio che mi permette di dimenticare tutto e lasciarmi guidare da ciò che mi ispira.

Globetrotting Energy Capturer è il mio primo progetto fotografico e spero, con un po' di fortuna e molta motivazione, l'inizio di molti altri avvenire.



Oppure se preferisce puoi anche mandarmi una mail [email protected]
o lasciare un commento qui.