BackBackMenuCloseChiusoPlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

Via delle Grancasse, 0

Storie da una gabbia di matti

A proposito del progetto

Quante volte ci siamo messi a guardare le nuvole alla ricerca di una figura da scoprire? E quante volte abbiamo notato volti di strambi personaggi negli oggetti che ci circondano? Ebbene, per me è successo così!

Il libro è nato da una situazione di vita quotidiana, un appartamento al terzo piano senza ascensore, e dalla capacità di intravedere nelle venature del marmo di quegli ottanta gradini i volti di personaggi nascosti tramite un fenomeno illusorio, la pareidolia

Ho scelto i profili che più mi piacevano e ho iniziato a colorarli. Con Guido Arnosio, ai testi, abbiamo poi costruito l'ambiente: un palazzo, sito in una illusoria "Via delle Grancasse, 0", partendo da una città concreta, Torino

Il progetto prende spunto da borgo Vanchiglia, una zona storica molto amata dai torinesi in cui nacque il grande Fred Buscaglione. Da lì la scelta di introdurre le Grancasse. Il numero civico, zero, è anche molto frequente nel quartiere (Via Vanchiglia 0, Via Santa Giulia 0, ...), e si collega al sottotitolo del libro "Storie da una gabbia di matti", omaggiando un'altra celebre casa, quella in Via dei matti numero zero

Sinossi

Un condominio chiassoso e sgangherato come e più di tanti. Quindici storie che scorrono parallele, talvolta incrociandosi, dando vita a vicende e intrallazzi, scaramucce e incomprensioni.
Un microcosmo di volti e personaggi costretti a condividere loro malgrado gli stessi spazi, a volte troppo piccoli perché possano sopportarsi. L’androne diventa a questo punto un luogo di veloce passaggio in cui alcuni di loro riescono a ritagliarsi degli anfratti per potersi nascondere all’occorrenza. 
Da un punto di vista “privilegiato” il nostro narratore minuziosamente scandaglia e indaga, rimanendo invisibile - o supponendo di esserlo... - ai loro occhi. Con un complice: una serratura perennemente rotta.

 

A cosa serviranno i fondi ?

La grande particolarità di questo libro è racchiusa nella progettazione di stampa

L’idea si basa infatti sul gioco e sull’illusione ottica, motivo per cui anche nella fase di impaginazione si è voluta mantenere questa giocosità coinvolgendo il lettore nella ricerca dei personaggi nascosti. 

Tra la pagina di testo e la pagina con la foto del gradino vi è un dettaglio importante: un foglio di acetato trasparente su cui si stampa esclusivamente l’illustrazione a colori del personaggio. Alcuni gradini hanno più personaggi celati al loro interno, per cui ho voluto mantenere lo spirito del gioco intatto facendo in modo che anche il lettore possa trovare i suoi personaggi. 

L’acetato è anche una delle caratteristiche che rende questa pubblicazione unica nel suo genere: particolare, ricercata, difficile da riprodurre e ancor più da rilegare. 

Vediamo insieme cosa verrà creato!

Il libro conterà 60 pagine di cui 15 in PVC (acetato trasparente) e avrà un formato da chiuso di 15x22 cm. La copertina sarà stampata su carta Fedrigoni e riprenderà la grafica un po' retrò dei quaderni scolastici. Sarà stampato in 500 copie e ogni copia sarà numerata per essere unica.

Ogni copia del libro avrà al suo interno il segnalibro del progetto nonché la cartolina postale di Via delle Grancasse.

Verrà realizzato il poster A3 pieghevole, raffigurante da un lato tutte le immagini dei personaggi presenti nel libro e dall'altro lato un'unica illustrazione (sono esclusi i testi).

In alcune ricompense ci sarà una stampa fine art su cartoncino con il foglio di acetato sovrapponibile raffigurante un personaggio e sarà delle stesse dimensioni del libro. 

È stato creato inoltre il gioco da tavola di Via delle Grancasse! Sarà composto da 36 tessere raffiguranti tutti i personaggi e gli ambienti del libro. Le tessere saranno quadrate, con grandezza di 6 cm. ma attenzione: i personaggi non avranno la carta gemella! Per mantenere lo spirito del gioco avranno due tessere diverse: una con la foto illustrata e una solo con il gradino. 

>> Sarà inoltre possibile richiedere la dedica sulla propria copia, nel momento dell'acquisto! 

>> Le spese di spedizione nazionali saranno a carico della progettista (consegna in pieghi di libri in 5 gg lavorativi). È prevista la spedizione internazionale a pagamento aggiuntivo. 

>>​ Le spedizioni partiranno il 10 dicembre.

>> Alcune grafiche sono ancora in lavorazione per cui verranno aggiornate man mano. 

I fondi raccolti serviranno a coprire:

  • I costi di tipografia per le copie cartacee di “Via delle Grancasse, 0”;
  • I gadget e stampe singole per i supporter: segnalibri, stampe fine art, cartoline, gioco da tavola;
  • I costi del sito per l’hosting del progetto;
  • Le spese per la revisione dei testi, impaginazione, copie di prova e allestimenti che sono stati realizzati per promuovere e realizzare la campagna. 

 

A proposito del progettista

Federica, illustratrice a tempo pieno, grafica, editor all'occasione.

"Via delle Grancasse, 0" è stato il mio progetto nel cassetto per ben cinque anni e ha richiesto una mole di lavoro esorbitante. Tante prove di stampa, tantissime impaginazioni, tanti formati diversi, dubbi, perplessità. La ricerca della tipografia che riuscisse a stampare questo progetto è stato un lavoro vero e proprio, a causa di quei fogli di acetato che ero, e sono tutt'ora, decisa a mantenere all'interno del libro. Avere l'idea è stupendo ma riuscire a realizzarla è un sogno ad occhi aperti. Ed ecco perché mi trovate qui: con il vostro supporto la mia idea diventerà reale!

Dove trovarmi:

Grancasse ha un suo sito ufficiale di appoggio alla campagna che diventerà un sito vero e proprio alla fine del crowdfunding. Potete trovare il progetto anche sui social della progettista, Instagram e Facebook, nonchè sul sito personale

Rassegna Stampa:

Via delle Grancasse 0, a Torino nasce un progetto editoriale e artistico che parte dalla pareidolia​ - QUOTIDIANO PIEMONTESE

- In via delle Grancasse, a Torino, le scale sono piene di personaggi - FRIZZIFRIZZI

Grazie!