BackBackMenuClosePlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

Ratatà festival 2017

Festival di illustrazione, fumetto, editoria indipendente

A proposito del progetto

Ratatà è il festival di fumetto, illustrazione, editoria indipendente che si svolge a Macerata e quest'anno compie quattro anni!
Dal 20 al 23 aprile 2017 Macerata si riempirà di mostre, workshop, incontri, feste dedicati al mondo dell’illustrazione, del disegno, del fumetto, del nuovo muralismo e dell’editoria indipendente. Questa edizione ricalcherà la struttura della scorsa edizione, divenendo ancora di più itinerante e intrecciata al tessuto urbano maceratese: il festival si dislocherà sia con la mostra mercato, scheletro portante della manifestazione, che con le esposizioni e gli eventi all’interno di spazi pubblici e privati del centro storico di Macerata e delle zone limitrofe, compreso il CSA Sisma che nelle passate edizioni ha ospitato l'intera kermesse. La mostra mercato, in cui sarà presente una selezione delle principali realtà dell’editoria indipendente italiana e internazionale, si terrà in un grande spazio del centro storico per dare maggiore visibilità agli autori e agli editori presenti e durerà ben tre giorni, da venerdì 21 (pomeriggio) a domenica 23 aprile.

La quarta edizione del Ratatà Festival nasce in un periodo quanto mai intenso e tumultuoso sia per il nostro territorio che per le persone che sono dietro alla sua organizzazione.
Il rapporto con un territorio vessato da violenti eventi sismici e da una difficoltà nella ricostruzione, con una realtà sociale ferita nelle intenzioni, i problemi personali che questi eventi hanno portato nelle nostre stesse vite, ci ha fatto più volte pensare se iniziare anche questo anno quella serie faticosa ma estremamente gratificante di riunioni, incontri, litigi, pensieri, progetti che sono l’ossatura invisibile ma fondamentale del Ratatà.

Alla fine è stato proprio il desiderio di rinascita personale unito al bisogno di rinascita culturale locale il filo conduttore di questa edizione, attraverso esposizioni che abbiano un  legame diretto con questo tema e la creazione di una rete sempre più fitta con le forze motrici culturali, politiche, sociali che da sempre animano il nostro tessuto umano.

Quest’anno il Ratatà festival cercherà di potenziare la formula che lo ha contraddistinto lo scorso anno, con esposizioni di artisti internazionali e nazionali che andranno a caratterizzare ed occupare spazi simbolo della città (musei, gallerie pubbliche e private, locali commerciali in sintonia con lo spirito del festival, spazi di recupero), una mostra mercato sempre più nutrita di collettivi ed editori da tutta Europa, workshop adatti sia a professionisti di settore sia a neofiti, con occhio particolare alla formazione creativa di bambini, incontri con autori, concerti e performance con musicisti legati a doppio filo con le arti visuali.

Nella sempre più forte convinzione che un festival debba nutrirsi della linfa propria di un territorio e che viceversa un territorio debba trovare in un festival nuova linfa vitale, in un processo di stretta reciprocità, le direzioni in cui vorremmo che il Ratatà Festival continuasse ad evolversi sono due: da una parte che divenisse sempre più un festival cittadino, un appuntamento importante e riconosciuto dalla popolazione maceratese, un momento di confronto ludico e profondo al contempo, con un immaginario altro; dall’altra parte che il festival sia un evento altamente professionale e di settore, in cui artisti, collettivi, artigiani dell’immagine e dell’immaginario possano confrontarsi, crescere, scambiare visioni ed impressioni, all’interno di un dialogo sempre più internazionale e cosmopolita, al di la delle logiche del mercato e della politica, delle chiusure provinciali ed autoreferenziali.

A sostegno di questo vorremmo far presente gli innumerevoli inviti a partecipare con ruoli di primissimo ordine a festival di caratura europea, come il Monstre a Ginevra, il Tenderete a Valencia, il Crack a Roma, il Borda a Lucca, l’Afa a Milano etc etc, oltre alla definizione sempre più riconosciuta di una “scuola maceratese” in fatto di disegno, editoria, illustrazione, fumetto contemporaneo, che nel nostro piccolo abbiamo aiutato ad affermarsi.

Le date di questa edizione saranno dal 20 al 23 aprile 2017, con possibilità di far durare le varie esposizioni per almeno un paio di settimane, in modo da inserirle all’interno di un tour culturale cittadino che non si esaurisca nei soli giorni del festival.


Il programma definitivo del festival è in fase di progettazione, ma molti artisti nazionali e internazionali hanno già confermato la loro partecipazione.
Questo per ora l’elenco degli ospiti confermati in mostra, che andremo man mano a completare con le differenti proposte a cui stiamo lavorando (esposizioni, workshop, eventi di street art e wall painting, presentazioni di libri e personaggi legati all’editoria, all’animazione, alla cultura contemporanea, concerti, etc.):

Jesse Jacobs (Canada)

Anke Feuchtenberger (Germania)

Professor Bad Trip (Italia)

Aurélie William Levaux (Belgio)

Puste miejsce przy stole (Polonia)

Davide Bart Salvemini (Italia)

Maisons Perdues (Europa)
Una mostra prodotta e curata dal festival stesso, una collettiva di artisti contemporanei che abbiano nel disegno una delle principali peculiarità espressive. 
La casa è involucro, è sicurezza, è memoria e ricordo ma è anche fondamento su cui costruire la propria singolare esistenza. Quando questa concezione, insita nell’uomo sin da quando storicamente ha smesso di essere nomade, viene messa in discussione da eventi catastrofici o non dipendenti dalla propria volontà, a vacillare è il concetto stesso di identità. In quanto la casa è anche limite, confine, muro fra un dentro ed un fuori, fra il mondo occulto e la nudità della propria esistenza. Ripensare la propria vita è qualcosa alla quale noi uomini contemporanei ci stiamo pian piano disabituando, ma che ci riviene brutalmente riproposto dai grandi e piccoli sconvolgimenti naturali e storici. La paura e l’ignoranza verso la figura del migrante, ad esempio, trova una delle sue più violente manifestazioni nello slogan “aiutiamoli a casa loro”, espressione dell’incapacità incancrenita di comprendere la rinuncia, ad opera di coercizione o per propria volontà, alla sicurezza di una casa. La paura, forse di corpi proiettati verso lo spazio delle infinite possibilità dato dalla mancanza di pareti, fisiche o identitarie che siano, contenitrici.
A breve i nomi di tutti gli artisti che parteciperanno.

Questo il nostro sito di riferimento, costantemente aggiornato con programma e attività! 
www.ratata.it
Seguiteci anche su facebook!


LE CALL 2017!

Per aumentare la visibilità e promuovere le nuove auto-produzioni quest'anno lanceremo ben 3 CALL:

CALL FOR EXHIBITORS
Se vuoi partecipare come espositore alla mostra-mercato di Ratatà 2017 (che si svolgerà da Venerdì 21 Aprile - ore 14 a Domenica 23 Aprile - ore 17), invia una mail a ratatafestival@gmail.com con oggetto “CALL FOR EXHIBITORS 2017” entro il 15 marzo indicando il tuo sito e qualche immagine di riferimento delle tue autoproduzioni!

CALL FOR ARTIST
La fanzine di ratatà 2017 sarà dedicata alla creazione di un videogame indipendente, presto online tutte le info per partecipare!

CALL FOR SELF PUBLISHING
Quest’anno ratatà selezionerà le migliori autoproduzioni realizzate a partire da ottobre 2016! possono partecipare artisti, collettivi, editori indipendenti che abbiano prodotto una nuova autoproduzione cartacea (libro, fumetto, graphic novel, cofanetto, fanzine, leporello, etc.) dopo il 30/09/2016, qualsiasi tecnica e con tiratura massima di 300 pezzi. Ratatà selezionerà i 2 progetti più interessanti e li promuoverà durante i giorni del festival con uno spazio all’interno della mostra-mercato, una presentazione ufficiale e una piccola mostra dedicata. Ratatà acquisterà da 5 a 10 copie delle due edizioni selezionate per inserirle all’interno del proprio bookshop e per inviarle come ricompense ai maggiori sostenitori ulule! per partecipare invia una mail a ratatafestival@gmail.com con oggetto “CALL FOR SELF PUBLISHING 2017” entro il 15 marzo indicando il sito, la data di produzione, il prezzo, una breve descrizione e qualche immagine di riferimento del progetto!

A cosa serviranno i fondi ?

Dopo il successo dello scorso anno, vogliamo potenziare il festival nelle forme e nei contenuti arricchendolo con nuove realtà e nuovi progetti di auto-produzione che coinvolgono illustrazione, fotografia, street art, editoria, le arti visive tutte.

Con il budget che raccoglieremo investiremo:
- 1000 euro nella campagna di promozione del Festivale nella stampa dei materiali di comunicazione (flyer, pieghevoli, poster, etc.)
- 1000 euro nel rimborso per gli artisti che porteranno il loro lavoro in mostra durante il Festival
- 500 euro nei materiali e nell'allestimento delle mostre
- il resto della somma raccolta sarà destinata alla produzione di RatatàZine 2017, la fanzine dedicata al festival che raccoglierà una selezione della CALL FOR ARTIST (presto attivata sul nostro sito www.ratata.it)

Anche un piccolo contributo sarà prezioso per la riuscita del Festival!
Ed ecco qua cosa troverete nelle vostre ricompense!

T-shirt e shopper

Poster d'artista stampati da Strane Dizioni (in aggiornamento)

Poster d'artista di Jesse Jacobs
Serigrafia a 2 colori by Strane Dizioni
- - -
Poster d'artista di Davide Bart Salvemini
Serigrafia a 3 colori by Strane Dizioni

 

Se raggiungiamo:
- 120% del budget, portfolio review a cura di Ratatà con la realizzazione di un poster d'artista con Strane Dizioni
- 150% del budget, portfolio review a cura di un artista partecipante al festival con la realizzazione di un poster d'artista con Strane Dizioni
- 200% del budget, riserveremo una sorpresa ai selezionati della CALL FOR SELF-PUBLISHING e
 a tutti i sostenitori Ulule sarà regalato un piccolo gadget ad-hoc!


Poster realizzato da Massimiliano Vitti - selezionato alla portfolio review a Ratatà 2016

A proposito del progettista

La terza edizione del festival è stata un successo, ci sono stati molti più ospiti rispetto al primo anno e la qualità delle mostre e degli eventi è cresciuta esponenzialmente.

Molte riviste e siti di settore hanno parlato del nostro festival ed è attualmente considerato come uno degli appuntamenti di punta del settore: illustratori, artisti, editori indipendenti hanno giòà confermato la loro partecipazione e ci supporteranno nella promozione dell'evento e della campagna.

Nella scorsa edizione ci sono stati più di 100 autori e collettivi da tutta Europa, centinaia di visitatori addetti al settore e non da tutta Italia, oltre 5000 presenze in 3 giorni di festival! Quest’anno stimiamo che l’affluenza sarà ancora maggiore perchè ci saranno ancora più ospiti di livello internazionale.

Ecco qualche foto della terza edizione!




Questa è la campagna di crowdfunding che abbiamo attivato lo scorso anno
https://it.ulule.com/ratata-festival-2016/

FAQ

Se hai ancora qualche dubbio, non esitare a contattare direttamente il responsabile del progetto.

Inviaci una domanda Segnala questo progetto